Sinistro stradale e guida in stato di ebbrezza: possibile richiedere assoluzione per particolare tenuità del fatto

Tabella dei Contenuti

La Cassazione torna nuovamente sull’istituto della particolare tenuità del fatto e ne amplia ancora la portata, così come aveva fatto in precedenza nel luglio 2020. (https://www.studiolegaleamp.com/assoluzione-per-particolare-tenuita-del-fatto-la-corte-costituzionale-amplia-i-casi-di-applicabilita/).

Questa volta l’analisi verte sulla possibilità di concedere l’assoluzione per il reato di guida in stato di ebbrezza anche in caso di incidente stradale.

“La causa di non punibilità della particolare tenuità del fatto è applicabile anche ai reati di guida in stato di ebbrezza”.

Quando la guida in stato di ebbrezza è considerata di lieve entità? 

Con la sentenza n. 11655 del 29.03.2021 la Cassazione ha analizzato un caso in cui il soggetto alla guida di un veicolo, in stato di ebbrezza, ha causato un incidente stradale.

Perfino per questa ipotesi aggravata i Giudici hanno comunque ritenuto applicabile l’istituto della particolare tenuità del fatto.

La Cassazione ha quindi esteso in maniera significativa i parametri principali di applicazione dell’istituto.

Questo ampliamento di portata cosa comporta?

I criteri usati dalla Cassazione

La valutazione della gravità del fatto di reato viene valutata sulla base di tre elementi, elencati dall’art. 133, comma 1 c.p.:

  • le modalità della condotta;
  • l’esiguità del danno o del pericolo;
  • il grado della colpevolezza. 

In relazione al primo requisito, la Corte ha chiarito che le modalità non sono gravi se il fatto accade per la prima volta.

“L’abitualità si concretizza in presenza di una pluralità di illeciti della stessa indole (almeno due) diversi da quello oggetto del procedimento nel quale si pone la questione dell’applicabilità dell’art. 131-bis C.p.”.

Il riferimento all’esistenza di una precedente condanna, quindi, non basta per escludere l’assoluzione per il fatto tenue: il comportamento deve essere abituale.

Per quanto riguarda il danno, è necessario valutare in concreto se la condotta ha provocato danni gravi a persone o cose.

L’analisi delle conseguenze dannose provocate dall’incidente stradale diventa importante.

Il grado della colpevolezza analizza invece:

  • l’intensità del legame psichico tra il soggetto e il fatto tipico; 
  • lo scostamento del comportamento inosservante rispetto alla regola cautelare doverosa; 
  • il grado di rimproverabilità dell’inosservanza.

Pertanto, anche in caso di incidente stradale, non si esclude la possibilità di essere assolti.

Se hai provocato un incidente mentre eri alla guida in stato di ebbrezza, contatta il nostro Studio: decideremo insieme la strategia migliore per la tua difesa e per ottenere la piena tutela dei tuoi diritti.

Avv. Fabio Ambrosio, Avv. Raffaele Perrotta

Come possiamo aiutarti?