Rapina ed illegittimità Costituzionale

Tabella dei Contenuti

La Corte Costituzionale ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 628, secondo comma, del codice penale «nella parte in cui non prevede una diminuente quando per la natura, la specie, i mezzi, le modalità o le circostanze dell’azione, ovvero per la particolare tenuità del danno o del pericolo, il fatto risulti di lieve entità»

Il caso di rapina analizzato dalla Corte Costituzionale

Il caso analizzato dalla Corte è relativo ad una rapina impropria, aggravata dalle “persone riunite” in quanto due persone, dopo aver prelevato dagli scaffali di un supermercato alcuni generi d’uso (tre baguettes, una scatoletta di tonno e uno spazzolino da denti, in totale circa 6 euro) avevano minacciato e spintonato l’addetto alla sicurezza ed il responsabile dell’esercizio commerciale.

Questa decisione introduce una valvola di sicurezza nella forma di una diminuente che può ridurre la pena fino ad un terzo, in circostanze specifiche.

L’articolo viene modificato per garantire la costituzionalità e l’adeguatezza delle pene imposte in relazione agli artt. 3 e 27, primo e terzo comma, della Costituzione.

La sentenza si concentra sull’attenuante di lieve entità del fatto, ora applicabile anche al reato di rapina, fornendo così una “valvola di sicurezza” in determinati casi.

Clicca qui per scaricare la sentenza

Il precedente costituzionale sul reato di estorsione

La Corte costituzionale con la sentenza n. 120 del 2023 aveva già esteso questa valvola di sicurezza anche al reato di estorsione, che condivide l’elevato minimo edittale di cinque anni e la possibilità di consumazione attraverso condotte di minimo impatto, sia a livello personale che patrimoniale.

Anche in questo caso, la decisione della Corte Costituzionale si basa sui principi di uguaglianza, individualizzazione e finalità rieducativa della pena, evitando così l’irrogazione di sanzioni sproporzionate rispetto alla gravità concreta del fatto di reato.

Ciò impedisce l’irrogazione di sanzioni sproporzionate rispetto alla gravità concreta del fatto di reato, garantendo un trattamento equilibrato e rispettoso dei principi costituzionali.

Studio legale AMP: specializzati nei reati di estorsione e rapina

Lo studio legale AMP è altamente specializzato nel fornire assistenza per i reati di estorsione e rapina in ogni fase del processo giudiziario, dall’indagine preliminare all’eventuale appello.

Proteggiamo i diritti dei nostri assistiti, impegnandoci per salvaguardare il loro futuro da condanne ingiuste o sproporzionate.

Come possiamo aiutarti?