Confisca e detenzione stupefacenti

Tabella dei Contenuti

Confisca del denaro in caso di detenzione di sostanze stupefacenti orientata allo spaccio

L’articolo 73 del D.P.R. 309/1990 punisce la detenzione di sostanze stupefacenti con la reclusione e la multa. In caso di condanna, il legislatore penale prevede la confisca del denaro che costituisce il profitto o il prodotto del reato.

La confisca nel caso di detenzione di stupefacenti

Il comma 7-bis dell’articolo 73 del D.P.R. 309/1990 ordina la confisca delle cose che sono il profitto o il prodotto del reato di detenzione di sostanze stupefacenti.

In caso di impossibilità di confiscare le cose in sé, si procede alla confisca di beni di cui il reo ha la disponibilità per un valore corrispondente al profitto o prodotto del reato.

L’istituto della confisca

L’articolo 240 c.p. prevede la confisca, che consiste nell’espropriazione a favore dello Stato dei beni utili o destinati alla commissione del reato e delle cose che ne sono il prodotto o il profitto.

Lo scopo della confisca è prevenire la commissione di nuovi reati.

Profitto o prodotto del reato

Il codice penale non fornisce una definizione di profitto del reato, la giurisprudenza ne ha elaborato una: il profitto è il complesso dei vantaggi economici tratti dall’illecito.

Per prodotto si intende qualsiasi utilità, anche non avente valore economico, generata dalla sua commissione.

Confisca del denaro nel caso di spaccio

La giurisprudenza ammette la confisca del denaro che costituisce il profitto del reato di spaccio.

Non sono confiscabili le somme che costituiscono il ricavato di precedenti cessioni di droga e sono destinate ad ulteriori acquisti della medesima sostanza, in quanto non qualificabili come strumento, prodotto, profitto o prezzo del reato.

Prova del nesso di pertinenzialità

La confisca del denaro rinvenuto nella disponibilità del reo è possibile solo se si prova che esso costituisce il prezzo del reato di detenzione.

Deve sussistere un nesso di pertinenzialità tra la cosa e l’attività illecita contestata.

La Sentenza n. 5500 del 24.01.2024 della Corte di Cassazione

La Corte di Cassazione ha affermato che non è sufficiente, ai fini della confisca, il fatto che la somma di denaro non sia giustificata dal reo o che non abbia un’occupazione lavorativa.

Il caso oggetto del ricorso

L’imputato è stato condannato per detenzione di 25 ovuli di cocaina/crack ai fini di spaccio. Il Tribunale di Genova ha disposto la confisca di 2.395,00 euro rinvenuti nel domicilio dell’imputato.

La difesa dell’imputato ha sostenuto che la confisca del denaro non era giustificata perché non era stato dimostrato che fosse provento del reato di detenzione.

Principio di diritto della Corte di Cassazione

La somma di denaro rinvenuta nella disponibilità dell’imputato non costituisce il profitto del reato di detenzione, perché non è il vantaggio economico derivante in via diretta ed immediata dalla commissione dell’illecito.

Il denaro può essere confiscato solo se si prova che costituisce il prezzo del reato di detenzione.

La Corte di Cassazione ha annullato la sentenza impugnata limitatamente alla confisca del denaro e ha disposto un nuovo giudizio sul punto.

Conclusione

La confisca del denaro nel caso di detenzione di stupefacenti orientata allo spaccio è possibile solo se si prova che il denaro costituisce il prezzo del reato.

La sentenza impugnata ha collegato la confisca ad altre eventuali cessioni di droga, non oggetto di imputazione né di condanna.

clicca qui per scaricare la sentenza

Studio Legale AMP: Tutela dei tuoi diritti in caso di accusa di detenzione di stupefacenti orientata allo spaccio.

Lo Studio Legale AMP vanta una comprovata esperienza nella difesa di persone accusate di reati in materia di stupefacenti, con particolare attenzione all’aggravante dello spaccio.

Il nostro team di avvocati altamente qualificati è in grado di offrirti una consulenza completa e personalizzata, assistendoti in ogni fase del procedimento penale, dalle indagini preliminari al dibattimento in aula, fino all’impugnazione della sentenza.

Con tenacia e competenza, ci impegniamo a ottenere il miglior risultato per te, garantendoti la massima tutela dei tuoi diritti in caso di:

  • Indagini per detenzione di stupefacenti orientata allo spaccio
  • Perquisizioni e sequestri
  • Arresti
  • Procedimenti penali
Come possiamo aiutarti?